I cocktail rappresentano un elemento che non può mancare all’interno di molteplici locali, dai bar fino ai ristoranti. Per la loro declinazione si rivela interessante rimanere aggiornati sui trend del momento. Quali sono i drink più ordinati al mondo? Secondo il Report Drinks International 2022, punto di riferimento a livello mondiale, quest’anno c’è un’importante novità ed è tutta Made in Italy.

Il Report si trova al suo 13° anno e presenta una fotografia dei consumi dei migliori bar del mondo, locali che sono stati nominati o hanno vinto prestigiosi riconoscimenti internazionali. Rappresentano perciò una sorta di élite e punto di riferimento per gli addetti della ristorazione. A essere definite anche le categorie di alcolici più fruite nei migliori bar del mondo, i 50 cocktail classici più preparati e i marchi chiave maggiormente adoperati.

Il vincitore: il Negroni

Al primo posto dell’ambita classifica troviamo nientemeno che il Negroni, dopo ben sette anni di secondi posti, capace di scavalcare finalmente l’Old Fashioned. Un traguardo importante per il drink realizzato per la prima volta a Firenze più di 100 anni fa.

negroni il cocktail più ordinato al mondo

Il Negroni fa parte della categoria cocktail con gin. Gli ingredienti sono gin, Vermouth (un vino liquoroso di origine piemontese) e bitter, tutti dosati nelle medesime proporzioni, a cui va aggiunta l’inconfondibile fetta di arancia. Il nome è dovuto al suo ideatore: il conte Camillo Negroni, fiorentino cosmopolita capace di modificare la ricetta dell’Americano. Oggi il suo cocktail si trova non solo ai vertici ma persino sul tetto del mondo.

Gli altri drink più ordinati

Al secondo posto troviamo l’Old Fashioned, scansato dalla vetta dopo sette anni proprio dal Negroni. Un cocktail con whiskey nato a New York verso la fine dell’Ottocento che ha come ingredienti: Bourbon o Rye whiskey, in cui viene sciolta una zolletta di zucchero, due gocce di angostura, poca soda e ghiaccio. È apprezzato per il colore ambrato, il gusto deciso e speziato, il tutto a fronte di una gradazione piuttosto alta.

Terzo posto per un altro drink italiano: il Dry Martini, anch’esso un cocktail con gin. È a base, oltre che di gin, Dry Vermouth e scorza di limone. La sua celebrità è dovuta al fatto di essere stato molto amato dallo scrittore Ernest Hemingway

Un drink, come ben viene specificato sulla rivista Drinks International, che ha portato a numerose rivisitazioni tra cui il Vodka Martini. Tra queste anche l’Espresso Martini, al settimo posto tra i cocktail più ordinati al mondo. Lo sapevate che è il preferito della modella britannica Kate Moss?

Al quarto posto della classifica dei drink più richiesti troviamo il Margarita, seguito dal Daiquiri e nuovamente da un cocktail italiano: l’Aperol Spritz. Si tratta di una versione dello Spritz le cui origini pare risalgano all’Ottocento ad opera di soldati austriaci di stanza in Triveneto: per poter reggere il tasso alcolico dei vini veneti scelsero di aggiungere una “spruzzata”, come suggerisce il nome, di acqua gasata utilizzando la pistola da selz. 

La ricetta dello Spritz come la conosciamo oggi è stata introdotta negli anni Venti-Trenta del Novecento ed è contesa dalle città di Venezia, Padova e Treviso. La variante con Aperol si è diffusa prima a Venezia e poi a Padova anche se il vero successo si è registrato negli Stati Uniti.

Concludiamo aggiornandovi sugli ultimi tre posti della classifica, andati a drink quali Manhattan, Mojito e Whiskey Sour. Questi i dieci drink più richiesti a livello mondiale. Il Made in Italy ha anche quest’anno avuto uno spazio importante.

ORARIO UFFICI

Lunedì – Venerdì
8:00 – 12:00  |  14:00 – 18:00

CONTATTI

+39 0721 854071





    Questo sito è protetto da reCAPTCHA e la Privacy Policy e Terms of Service di Google.

    Ho letto e accetto la Privacy Policy

    COME ARRIVARE

    Via Ugo La Malfa, 23 – 61032 Fano (PU) Italy

    Google map